I politici italiani costano 757 euro all’anno per ogni contribuente, 23 miliardi in tutto. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con il suo apparato è costato nel 2013 agli italiani 228 milioni di euro; il capo del Governo 458,6 milioni di euro, in aumento dell’11,6% rispetto al 2012. Abbiamo quindi un esercito di un milione di persone al cui vertice ci sono oltre 144 mila tra parlamentari, ministri, amministratori locali di cui 1.041 parlamentari nazionali ed europei, ministri e sottosegretari; 1.270 presidenti, assessori e Consiglieri regionali; 3.446 presidenti, assessori e consiglieri provinciali. Questa la radiografia dei costi della politica italiana che emerge dal rapporto annuale stilato dal sindacato Uil che fa tanto odiare la politica. La sforbiciata alle province a qualcosa servirà, ma non molto. I problemi sono più a monte:ne hanno parlato tanto ma nessuno sembra toccare il fulcro del clientelismo, cioè le municipalizzate.