Sono aperte le iscrizioni al Master universitario di I livello in “Progettazione e accesso ai fondi europei per la Cultura, la Creatività ed il Multimediale”, promosso dall’Università di Perugia e dal Centro italiano di studi superiori per la formazione e l’aggiornamento in giornalismo radiotelevisivo che ospiterà i corsi. 

Il master risponde alla crescente domanda di profili innovativi da inserire nel campo della progettazione europea e dell’accesso ai fondi diretti e indiretti dell’Unione.  Focus specifico del Master è lo studio e l’analisi per l’accesso ai fondi europei nei settori culturale, creativo, multimediale ed audiovisivo.

L’offerta didattica permette ai partecipanti di acquisire conoscenze teoriche e competenze tecnico-gestionali per presentare domande di finanziamento per la realizzazione di progetti europei. Il Master si configura quale percorso di alta formazione dalla durata di circa 16 mesi. La didattica consta di 300 ore e si svolge in formula weekend due volte al mese così da incentivare la frequenza anche da parte di soggetti già inseriti nel mondo del lavoro. Le lezioni si terranno presso il Centro italiano di studi superiori per la formazione e l’aggiornamento in giornalismo radiotelevisivo di Perugia. Dopo il percorso di didattica, è prevista fase di tirocinio, presso soggetti pubblici e privati convenzionati con l’Università, per un totale di 400 ore.

«Si tratta di un corso formativo altamente professionalizzante – spiega Fabio Raspadori, docente di Diritto dell’Ue e direttore del Master – in cui alle lezioni teoriche si affiancano laboratori in grado di formare dei progettisti pronti ad operare sul campo». «Il Master è un’iniziativa unica in Italia – sottolinea Luca Garosi, coordinatore didattico del Centro italiano di studi superiori per la formazione e l’aggiornamento in giornalismo radiotelevisivo – perché, oltre a far conto su un corpo docente qualificato, offrirà le opportunità di utilizzare strutture tecniche d’avanguardia nel nostro Centro. L’obiettivo del Master- continua Garosi- è quello di fornire l’opportunità di ‘inventarsi’ un lavoro, acquisendo la capacità di mettere a punto progetti molto richiesti sia dagli enti pubblici sia dai privati».

«Abbiamo attivato collaborazioni con importanti attori del settore culturale – spiega Diletta Paoletti, tutor del Master che ha curato il concept del programma del Corso – tra cui Fondazione Symbola, Federculture e Direzione Cinema del Ministero dei Beni culturali». «Numerose – continua Paoletti – le sedi di tirocinio convenzionate, rappresentate da contesti, pubblici e privati, di elevata professionalità, tra cui studi di consulenza e aziende in tutto il territorio italiano e a Bruxelles».

Info e iscrizioni. I posti disponibili nel master vanno da un minimo di 12 ad un massimo di 25. Il costo del master è di 3.650 euro e sono previste forme di rateizzazione del pagamento della quota. Sarà possibile iscriversi entro il 17/07/2018.  Altre informazioni al seguente link: https://goo.gl/KCnUkp